Sono una Donna…

25 novembre 2010

SONO UNA DONNA

Nessuno può immaginare
quel che dico quando me ne sto in silenzio
chi vedo quando chiudo gli occhi
come vengo sospinta quando vengo sospinta
cosa cerco quando lascio libere le mani.
Nessuno, nessuno sa
quando ho fame quando parto
quando cammino e quando mi perdo,
e nessuno sa
che per me andare è ritornare
e ritornare è indietreggiare,
che la mia debolezza è una maschera
e la mia forza è una maschera,
e quel che seguirà è una tempesta.

Credono di sapere
e io glielo lascio credere
e io avvengo.

Hanno costruito per me una gabbia affinché la mia libertà
fosse una loro concessione
e ringraziassi e obbedissi.
Ma io sono libera prima e dopo di loro,
con loro e senza loro
sono libera nella vittoria e nella sconfitta.
La mia prigione è la mia volontà!
La chiave della mia prigione è la loro lingua
ma la loro lingua si avvinghia intorno alle dita del mio
desiderio
e il mio desiderio non riusciranno mai a domare.

Sono una donna.
Credono che la mia libertà sia loro proprietà
e io glielo lascio credere
e avvengo.

[Joumana Haddad (1970) Libano]

kate

Annunci

~ di kate su 25 novembre 2010.

10 Risposte to “Sono una Donna…”

  1. Questa poesia è di una bellezza struggente!

    Grazie Kate, ci proponi sempre parole su cui riflettere.

  2. Ogni donna è un sistema solare che può distare anni luce oppure comprenderci.
    L’uomo molte volte commette l’errore di credersi la stella essenziale da cui possa dipendere il resto.
    Ciao

  3. tocca nel profondo questa poesia,
    per la sua verità, così attuale!

  4. Concordo con tutti i miei Amici che m’ hanno preceduto, Lady @Kate, e voglio ringraziarti con particolare affetto, poichè ci hai ricordato che dietro ‘bellissime forme’, e forse dietro all’ immagine di una Donna di intenso e prorompente successo, non di rado si nascondono sofferenze ed inquietudini, fragilità sorprendenti, inaspettate da chi sia rimasto ‘interessatamente fermo’ alla contemplazione della bellezza esteriore, senza sforzarsi di penetrare più a fondo nell’ universo femminile, per apprenderne – magari giovandole, per poco che sia una semplice ed umanissima condivisione – anche il dolore non compreso, la solitudine amara, il senso di una malinconia esistenziale irredimibile !
    Ma queste rive sconosciute ai più, a chi interesserebbe sfiorarle ?
    In un epoca di consumismo becero e cinico, brutale, perchè sforzarsi di comprendere il cuore, il sentimento, le paure e le angosce di una solitudine il cui aspetto, all’ sterno, sia più radioso di una stella incastonata nel firmamento ?
    Ecco quindi, che una Donna bella, appare come un isola, una terra circondata da ‘pirati’ crudeli, cui piaccia solo ‘consumarne i frutti’, anzichè scavarla fino alle radici delle sue profondità più remote, per trovarne l’ anima !
    Mi torna in mente, Lady @Kate, un’ altra Donna dalla bellezza fatale, che scrisse di suo pugno :

    “Ora ti prendo e ti cullo nel sonno…
    Aiuto, aiuto,
    aiuto, sento la vita avvicinarsi
    mentre
    tutto quello che voglio è morire.
    (Morirei se potessi)” .

    Si chiamava, Marilyn Monroe, ma chi scriveva questi versi era la sconosciuta ‘orfana’ Norma Jean Baker !

    • “Ora ti prendo e ti cullo nel sonno…
      Aiuto, aiuto,
      aiuto, sento la vita avvicinarsi
      mentre
      tutto quello che voglio è morire.
      (Morirei se potessi)” .

      Si chiamava, Marilyn Monroe, ma chi scriveva questi versi era la sconosciuta ‘orfana’ Norma Jean Baker !………………………….

      Ecco si arriva sempre più al sentimento più profondo…….ma cos’è in fondo una donna?

  5. Cos’ è una Donna Lady @Kate ???
    Un Universo immenso, a mio parere “errante”, uno spazio difficilmente sondabile senza una fortissima spinta interiore che ci induca, a noi Uomini, a sforzarci sempre di capire l’ altra, di rispettarla, di non sfruttarla, di non schiacciarne la fragilità, se non ci è stato possibile amarla !
    A bene rifletterci, “ogni persona umana”, sia essa Donna, sia essa Uomo, dovrebbe essere oggetto da parte nostra, più che dall’ egoistico desiderio di sottometterla al nostro piacere o ai nostri interessi, di una ben maggiore comprensione, per cercare di capirne, oltre al corpo che ci abbia attirato, anche l’ anima !
    Marilyn Monroe è stata “l’ oggetto del desiderio” di intere generazioni di Uomini di ogni età, è stata ‘adorata’, concupita, sfruttata, schiacciata, umiliata, assoggettata ai loro egoismi e vanità da quasi tutti gli Uomini che lei conobbe, potendosi contare tra le dita di una mano quelli che cercarono di capire “ed aiutare” la Norma Jean Baker che si celava accoratamente in lei !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: