Solitudine…

sabato 16 gennaio 2010

Solitudine…

Solutidune stanotte,

l’indomani per sempre,

ogni respiro porta parti

di me a perdersi nel vento.

Un segno di labbra

sul collo, come sopite

passioni, deleterie inibizioni,

fà effetto ora vederlo svanire.

Ho una strana malinconia

in fondo al cuore,

un  altro doloroso sospiro.

Come quando i sogni,

la sera in silenzio,

atterrano e chiudono le ali.

Ma i miei sogni sono pieni di incubi,

la mia malinconia è un vuoto che non posso colmare

e i miei silenzi sono così maledetti…

perchè sto gridando così forte e non riesci a sentirmi?

kate

Annunci

~ di kate su 16 gennaio 2010.

20 Risposte to “Solitudine…”

  1. Non lasciarti schiacciare dalla solitudine, cerca di conoscerla, non scacciarla, fattela amica, ti scoprirai molto più forte.

    Vivere la propria solitudine:

    Vivere in mezzo al mondo non vuol dire vivere nel mondo, molto spesso si è soli in mezzo alle moltitudini, beato chi impara a convivere con la propria solitudine, perché non sarà mai solo.
    Viverla con serenità e padronanza di se è un dono Divino, è una sensazione che è da pochi, significa entrare in una dimensione parallela dove tutto vive con estrema lentezza, dove si odono i propri battiti del cuore scandire il proprio tempo, dove si sente il proprio respiro alimentare la propria vita, dove il pensiero rimbalza tra la mente e l’anima alla musica dei rintocchi del cuore e tra un battere ed un levare, in quell’attimo di silenzio e di attesa del battito successivo si gode di se e di tutto ciò che ci circonda, e finalmente ci si sente padroni coscienti del proprio brevissimo vivere.

    Alanford50

    Come salvarsi dalla propria solitudine:

    Concordo totalmente con chi afferma che l’unico modo di uscirne con le ossa intere dallo scontro con la solitudine è quello di farsela veramente amica, nel senso che se la conosci non ti uccide, impensabile mandarla via, tanto vale imparare a conviverci, come si deve fare con tutte le avversità e le negatività che ci attraversano il vivere.

    Dopo avere imparato a conviverci e ad averla al proprio a fianco, presa a piccole dosi è addirittura consigliabile, ci sono angoli e meandri bui che consentono grandi riflessioni che da altre parti non sarebbero possibili, solo dentro a certi silenzi si riesce sentire la nostra anima che ci parla e che ci guida con la sua voce sottile e tagliente.
    Non esiste posto migliore della propria solitudine per ritrovarsi in un limbo dove la menzogna è bandita, al massimo gli ci si consente di camuffarsi un po’.

    Alanford50

    Ciaooo neh!

    • Lo so, anch’io la penso così di solito, ma ora non riesco più a ragionare, non sono più me stessa, i momenti in cui mi sento estranea a tutto e a tutti persino a me stessa sono tantissimi, troppi, non riesco a respirare per riprendere fiato, una cosa dopo l’altra una dopo l’altra e come un fiume in piena mi travolge non lasciandomi il tempo di respirare ne di capire…odio sentirmi così

  2. Cara Kate,

    intanto complimenti per le immagini che scegli, sempre bellissime. Mi dispiace sentirti così sofferente, anche se ne ignoro il motivo. Mi ricordo, l’ultima volta che ci siamo sentite, che stavi per fare delle scelte che mi lasciavano perplessa, ma ognuno conosce la propria vita e il contesto in cui questa si muove.

    Proprio per questo, mi avrebbe fatto piacere sentire da te un ritorno non dico di felicità, ma almeno di serenità.

    Comunque ricordati, la vita comincia ogni mattina, e ci dà sempre possibilità di fare nuove scelte, e di prenderci quella fetta di felicità che fino ad allora ci è sembrata negata.

    In bocca al lupo!

    • Hai ragione dolcissima Diemme come puoi capire se sei rimasta a fatti di cui parlammo tempo fa…beh ora non si tratta di decidere almeno non è questa la priorità, ma di barcamenarsi come un cieco in cose che ti travolgono come la malattia di persone care e non solo…
      difficile da capire, difficile da accettare, impossibile per me in questo momento sapere cosa fare, l’impressione che ho oltre la rabbia è quella di aver preso una scatola chiusa e ben sigillata dove tutto era stato raccolto con cura e vederla chiacciata distrutta e con tutto il contenuto sparso a terra….mi sento sola e impotente.

      • Se hai bisogno di parlarmi, puoi scrivermi in privato. La tua scatola dove tutto era stato raccolto con cura e poi distrutta mi ha evocato un’immagine terribile, quella dei deportati che erano stati invitati a mettere le loro cose più care in una valigia, che poi è stato loro strappata di mano e buttata nel fuoco.

        Poi però me ne è venuta in mente un’altra, dal libro di Marlo Morgan “E venne chiamata due cuori”, che ti invito a leggere: schiacciata la scatola che conteneva il passato, ci rimangono presente e futuro e, credimi, non è poco!

      • Meglio sicuramente la seconda immagine, anche se quella che sento più mia ora è la prima…il mio presente è questo!
        Lo so che posso scriverti e so che le tue parole sono sempre sagge quindi credo che lo farò….un abbraccio

  3. Lo so …ora ti sembrerò pazza , eppure sono da sempre convinta che il dolore , a posteriori ovviamente , ci sia molto più di aiuto dei momenti sereni ! C’è tanto da capire di noi stessi nei momenti in cui ci sembra di diventare polvere , non difendersi dalle quelle fitte al cuore , sentirle invece fino in fondo è quasi scoprire una parte di noi stessi che cerchiamo sempre di dimenticare !
    Un abbraccio!

  4. Io ti sento..anche se pensi il contrario.

    Bacio.

  5. ‘Giorno Kate,
    spero che anche da te oggi sia una giornata di sole.
    Ha ragione DM le immagini che scegli sono davvero belle e toccanti.
    Immagino da ciò che ho letto e ci siamo dette, che in questo momento non è tanto la solitudine fisica che ti pesa ma quella “psicologica” che ci colpisce quando le persone che amiano, specialmente se familiari, non godono più di buona salute. Vederli soffrire o spengersi ci fa sentire soli ed inutili, perchè niente possiamo fare per diminuirgli le pene. Solo offrire il nostro amore, la nostra sensibilità.
    Ti allungo un abbraccio forte, sicura che ti arriverà tutto.

  6. Senza aggiungere altre parole, mi unisco a questo grande abbraccio che, non ha soltanto lo scopo di non farti sentire da sola, ma vuol darti calore, il calore di chi magari in altri momenti ha sofferto come te, e ora ti si avvicina con un timido sorriso.

    Molto belli i tuoi versi, che nella loro intensità ho trovato fossero puri, proprio perché venivano dal cuore.

    Ciao Kate!

  7. Visto che oggi mi hai dato un buongiorno di sole, passo stasera per una buona serata con un sorriso.

    • Ma grazie…chissà un sorriso prima di dormire magari mi fa riposare tranquilla…lo spero sono così stanca!
      Un abbraccio buona serata anche a te

  8. Tutto passa, Kate.

    Che ci piaccia o no,
    che sia bello o brutto,
    tutto se ne va via

    anche il dolore opprimente del tuo cuore verrà riempito, perciò non credere mai nemmeno per un istante che sia fatto di materia eterna nè di roccia….. è materia plastica invece, effimera, provvisoria …. e ti lascerà.

    • Wow la presidente…che onore!
      Lo so che tutto passa per fortuna, però come immaginerai mentre il dolore c’è è difficile non stare male!
      Un saluto , beh magari un pò di sole dall’isola aiuterebbe….

      • Ma tu guarda la coincidenza, ti ho appena invitato a leggere il blog di Mrs President, e non sapevo di questo scambio!

        Bene bene, spero che questo porti via un po’ di solitudine. 😉

      • La presidente ha un viso molto simpatico e ispira gioia…speriamo sia contagiosa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: