Identità negata…

sabato 13 giugno 2009

 

l'identità negata

 

 

Identità negata

 

La storia di una donna costretta dall’ambiente familiare e circostante a rinnegare la propria identità fisico-biologica, una riflessione sull’identità negata.
Una donna “io” a cui viene proibita la fondamentale libertà di essere sé stessa.
La “mia” storia è estrema…è come una catena che da anni aggiunge anelli ed anelli diventando tanto lunga da avvolgermi e stritolarmi come un serpente…senza lasciarmi
la possibilità di respirare.
Una catena che per tante ragioni è diventata indistruttibile, una costrizione mentale, fisica e dell’anima…
Un dolore lancinante che mi prende dentro come una morsa, che cerco di scacciare ma che mi stringe ancora più forte quasi a farmi capire chi è che comanda…
Non posso, non riesco a ribellarmi…c’è sempre un punto in cui riesce a vincermi…
Ognuno di noi è un mix inscindibile di desideri, scelte, elementi biologici e pressioni esterne che, attraverso una continua negoziazione, definiscono la nostra identità. Quando questi fattori non sono in equilibrio e le pressioni culturali – ambientali prevaricano tutto il resto, addirittura vengono cancellati i fattori biologici, il dolore diventa il pane quotidiano e la felicità un’utopia.
Il messaggio è ” non essere te stessa “… l’ho ricevuto dal mio ambiente familiare, dal resto, una delle ingiunzioni più tragiche, perché mina nel profondo la capacità di cogliere il mio valore, di credere in me stessa…distrugge l’autostima.
Difficile, praticamente impossibile riuscire a superare tutto questo senza un cammino.
Ma come posso evitare di perpeutare questo messaggio?
Qui la sfida è essenzialmente alla bimba che ho dentro: credere che posso essere una persona di valore, accettando le mie scelte, mettendomi in ascolto delle mie aspirazioni…e più di tutto evitare di riversare su di me i desideri frustrati.
Essere una persona serena, che ha fatto pace con i propri conflitti, mi aiuterà a non cancellare la mia identità in nome dei miei fantasmi personali e a darmi una chance in più per essere felice.
Ci sto provando…solo io so quanto e da quanto ci sto provando, con tenacia, con violenza, con orgoglio e a volte con crudeltà…e a volte quella stessa crudeltà sembra cadermi addosso in un male lancinante che mi trafigge la pelle…ma non posso e non voglio smettere di provare e di aggrapparmi a quelli che sempre più spesso stanno diventando momenti di pura ed eccitante libertà…in fondo quello che conta ora è sentirmi libera e vivere ogni singolo secondo come fosse un dono….e lo è…io lo sono…

 

kate

Annunci

~ di kate su 13 giugno 2009.

4 Risposte to “Identità negata…”

  1. Anch’io troppo spesso vengo assalita dalla paura di non farcela… ed è terribile davvero.
    Come terribile è questo post 😦

    Un abbraccio.
    Silvia

  2. Lo so…ma è la realtà…
    e la realtà a volte non si può cambiare ma solo affrontare e cercare di viverla al meglio…io lo sto facendo…
    P.S. grazie per l’abbraccio

  3. Kate,

    approdata per caso al tuo blog. La vera forza, l’equilibrio, la stabilità, il coraggio dobbiamo trovarlo dentro di noi. Noi siamo fregili essiri fortissimi, stabili in punta di piedi. E’ un continuo alternarsi di bianchi e neri. ti invito ad unirti alle nostre discussioni, tra me e i cari amici di blog.

    Stella

  4. Ciao Stella…è un piacere averti qui sul mio blog….sono contenta che ti piaccia…appena ho un minuto voglio visitare anche il tuo promesso…ciao Kate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: